Samosa con patate piccanti e piselli. Il Fast food asiatico.

 

Se un giorno ti troverai lungo le affollate strade del subcontinente indiano o ti perderai tra le migliaia di sapori del mercato nel sud-est asiatico, troverai sicuramente i Samosa – i fagottini profumati con un morbido ripieno speziato. I Samosa sono un cibo di strada, ma anche un cibo festivo, un fast food indiano e un antipasto tradizionale.

Sono costituiti da un guscio profumato di pasta fillo, che viene fritto (o cotto al forno) e riempito con una miscela di patate e verdure. Il Samosa può essere personalizzato aggiungendo varie spezie, verdure e legumi.

Oggi ti propongo di provare i Samosa con patate piccanti e piselli, peperoncino e verdure. L’ho servito con lo yogurt al cocco, che si sposa molto bene con gli ingredienti tipici della cucina indiana. Ma puoi cucinare o comprare chutney di frutta – un’altro compagno frequente del samosa.

Iniziamo!

Ingredienti:

  • 0,5 kg di patate. Sbucciate e tagliate a dadini di 1 cm.
  • 3 centimetri di zenzero fresco. Sbucciato e tritato finemente oppure grattugiato su una grattugia fine. (Puoi anche usare la polvere di zenzero)
  • 3 spicchi d’aglio. Tritati finemente.
  • 1 cipolla grande. Tagliata a mezzaluna.
  • 1 peperoncino. Tagliato a rondelle. (puoi anche usare il peperoncino in polvere)
  • 300 grammi di piselli. (Ho usato quelli congelati)
  • 0,5 cucchiaino di semi di finocchio
  • 0,5 cucchiaini di garam massala (è una miscela di spezie indiane) *
  • 1 cucchiaio di polvere di curcuma
  • 0,5 cucchiaini di cumino macinato (opzionale)
  • 2 cucchiai di olio vegetale (ho usato l’olio d’oliva) + quello per ungere i fogli di pasta fillo
  • 250 grammi di pasta fillo (10 fogli con un diametro di 30 x 38 cm)
  • Il sesamo per cospargerlo sopra. (Ho usato quello nero)

* Si trova facilmente nei negozi orientali.

Una versione tipica di Garam Masala include: Pepe bianco e nero, chiodi di garofano, foglie di Balabar (cannella Malabar), foglie di noce moscata, semi di cumino bianco e nero (zira), cannella, baccelli di cardamomo nero e verde, noce moscata, anice stellato , semi di coriandolo.

Procedimento:

Ci sono due modi per cucinare le patate in questa ricetta: puoi bollirle in anticipo e aggiungerle alle verdure alla fine della cottura, oppure metterle crude e aggiungendo l’acqua fino a cuocerle con le verdure, lasciando evaporare completamente il liquido. Io sto usando la prima opzione.

  1. Mentre si cuociono le patate, riscalda una padella profonda e senza aggiungere l’olio fai tostare i semi di finocchio per 2 minuti. Dovrebbero essere riscaldati bene, in modo che quando si aggiunge l’ olio rilascino immediatamente tutto il loro aroma.
  2. Aggiungi l’ olio e subito dopo tutte le verdure, il peperoncino e l’aglio. Friggi a fuoco medio per 8-10 minuti.
  3. Aggiungi le spezie e le patate bollite, mescola bene e rimuovi il ripieno dal fuoco. Lascialo raffreddare completamente.
  4. Preriscalda il forno a 200 gradi.
  5. Per riempire la pasta fillo avrai bisogno di olio vegetale e una spazzola al silicone. Dopo aver diviso ogni foglio a metà, ungilo con olio e piegalo per il lungo, ottenendo una lunga striscia. Cospargi ancora un pò  di olio e metti un cucchiaio di ripieno all’ inizio della striscia. Piegando la striscia, come nella foto, si ottiene un triangolo multistrato. Per fissare il bordo, ungilo con olio vegetale e metti i samosa risultanti in una teglia, coperta con la carta da forno,  con il bordo libero rivolto verso il basso.
  6. Ripeti questa procedura fino ad esaurire il ripieno.
  7. Prima di mettere i samosa al forno, ungi la loro superficie con olio vegetale e cospargi con i semi di sesamo.
  8. Cuocili per 15-20 minuti sul ripiano centrale del forno fino a quando i samosa diventano dorati.

Conserva i samosa in un contenitore ermetico in frigorifero per non più di 7 giorni.

Condividi la ricetta con i tuoi cari!
E fammi sapere se ti è piaciuta la ricetta lasciando #irigriblog
Ci vediamo sul mio Instagram irina_grigorii
Buon appetito!

 

Leave a comment