Polpette di ricotta.

Mentre Monte Rosa si sta ricoprendo di neve, stagione di castagne si sta finendo senza essere cominciato e stagione di vin brûlé senza scrupoli sta cominciando in meta di ottobre io leggo Turgenev e cucino le polpette 🙂

“La maggior parte della gente non capisce come altri possano soffiarsi il naso in un modo diverso dal loro.”

“Tutti i sentimenti possono condurre all’amore e alla passione. Tutti: l’odio, la compassione, l’indifferenza, la venerazione, l’amicizia, la paura e persino il disprezzo. Sì, tutti i sentimenti… tranne uno: la gratitudine. La gratitudine è un debito: ogni uomo paga i suoi debiti… ma l’amore non è denaro.”

 I.S.Turgenev 

È una ricetta calabrese. Pero chi lo può sapere con certezza ?

E che se ne importa ? Sicuramente di cucina contadina italiana.

Polpette molto universali .

Ci vogliono poco tempo di preparazione, appetitose e nutrienti . Si possono essere mangiati con pasta, riso, con pane, con purè di patate … forse anche con verdure saltate, per esempio fagiolini.

Io in fatti questa volta ho sostituita classica pasta con riso basmati integrale.  E posso senza paura consigliare anche questa versione .

Una volta cotte possono essere conservate in frigo nella scatola chiusa per 1-2 giorni o addirittura congelate.

img_0007

Ingredienti per 20 polpette circa

  • Ricotta di pecora (o vaccina) fresca! (mi raccomando) 350 g
  • Pecorino da grattugiare 60 g
  • Parmigiano reggiano da grattugiare 40 g
  • Pane casereccio mollica 140 g (o 80 grammi di pangrattato)
  • Aglio ½ spicchio (facoltativo)
  • Pepe nero q.b.
  • Prezzemolo fresco, tritato 6 g
  • Uova medie 2

Per il sugo

  • Passata di pomodoro 750 ml
  • Aglio 1 spicchio
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine d’oliva 50-60 g
  • Pepe nero q.b.
  • Basilico 5-10 foglie

 Meglio se cominciate con  preparazione del sugo.

  • In un tegame fate rosolare l’olio e lo spicchio d’aglio in camicia ; una volta che l’aglio avrà preso colore, toglietelo dal fuoco.
  • Aggiungete la passata di pomodoro , un pizzico di sale e le foglie di basilico , quindi regolate di pepe a vostro piacimento.
  • Fate cuocere per 10 minuti circa ed in tanto procedete con preparazione delle polpette…

img_0011

  • Ponete in un colino a maglie strette la ricotta e mettetela in frigorifero almeno per 2 ore, meglio se per tutta la notte. Deve perdere tutto il siero.
  • Tagliate la mollica e poi tritatela finemente con un mixer.
  • Prendete la ricotta e setacciatela con un colino a maglie strette  .
  • Ponete la mollica tritata in una ciotola capiente assieme alla ricotta setacciata e poi unite il mezzo spicchio di aglio schiacciato e le uova intere sbattute .
  • Aggiungete il Parmigiano e il pecorino grattugiati , quindi il prezzemolo. Salate e pepate a vostro piacimento, dopodiché con una forchetta amalgamate bene tutti gli ingredienti .
  • Mescolate bene fino ad ottenere un composto morbido ma compatto .
  • Aiutandovi con poco di olio di oliva sui palmi delle mani  formate delle polpette , ponendoli su di un vassoio foderato di carta forno o direttamente nella padella con sugo se siete veloci !

img_0017

Importante! Nella padella non muoveteli finché non sono cotti ! Da crudi sono un po’ fragili 🙂  Fatteli cuocere sul fuoco dolce per 10 minuti e servite caldi.

img_0034

Potete friggere le polpette di ricotta in olio di oliva invece di cuocerle nella passata di pomodoro o anche in un salsa alternativa ma fattemi sapere !

 

Leave a comment