Pad Thai con tofu e fagiolini. 

Uno dei piatti più comuni in Thailandia è il Pad Thai. Anche se anche il Pad Thai  definisce una tecnica per friggere la pasta di riso.

Zenzero, aglio e peperoncino rimangono sempre gli ingredienti invariati. Le verdure possono variare indefinitamente. Così come il componente proteico.

Oggi ti suggerisco di provare il Pad Thai con tofu, fagiolini, carote e peperoni.

Iniziamo!

Ingredienti per 2 persone:
• 250 grammi di pasta di riso a scelta
• 3 centimetri di zenzero fresco, sbucciato e tagliato a strisce. (Puoi anche usare la polvere di zenzero)
• 3 spicchi d’aglio, tritati finemente.
• 2 cipollotti, tagliati a rondelle (Conservane un po’ da parte per servire)
• 1 carota grande, sbucciata e tagliata a julienne
• 200 grammi di fagiolini (freschi o congelati)
• ½ peperone rosso grande, tagliato a strisce lunghe
• ½ – 1 cucchiaino di peperoncino (oppure uno fresco)
• 200 grammi di tofu
• 2 cucchiai di olio neutro (NON consiglio l’olio di oliva)
• 1-2 cucchiaini di olio di sesamo
• 2 cucchiai di salsa di soia
• 2 cucchiaini di semi di sesamo per servire

Procedimento:

  1. Cuoci la pasta di riso in acqua salata seguendo le istruzioni sulla confezione. La pasta di riso va cotta, di solito 3-5 minuti, a partire dal punto di ebollizione e una volta cotta va scolata e sciacquata con l’acqua fredda per interrompere la cottura È MOLTO IMPORTANTE .
  2. Nel mentre scalda una padella profonda (meglio se WOK) a fuoco vivo per 1-2 minuti. Aggiungi l’ olio e immediatamente peperoncino, aglio e zenzero. Friggi tutto a fuoco alto, mescolando continuamente, per circa 1 minuto.
  3. Dopodiché aggiungi le verdure rimanenti e friggile senza ridurre il fuoco e mescolando continuamente per circa 6-8 minuti.
  4. Quando le verdure saranno morbide, abbassa il fuoco e aggiungi il tofu sbriciolato (in questo modo assorbirà meglio tutti i sapori). Mescola bene.
  5. Quindi aggiungi la pasta, la salsa di soia e l’olio di sesamo. Mescola tutto per bene e toglilo dal fuoco.
  6. Servi Pad Thai con rondelle di cipollotto (opzionale), semi di sesamo e salsa di soia.

Puoi conservare Pad Thai in frigorifero, in un contenitore chiuso, per qualche giorno, ma ti consiglio di prepararlo e mangiarlo subito. Il trattamento termico ripetuto degrada in modo significativo il gusto e la consistenza.

 

Condividi la ricetta con i tuoi cari!
E fammi sapere se ti è piaciuta la ricetta lasciando #irigriblog
Ci vediamo sul mio Instagram irina_grigorii
Buon appetito!

Leave a comment

WhatsApp chat