La Pizza Napoletana.

L’impasto per 4 pizze medie: 2045 kcal, di cui sono 359.9 g. di carboidrati, 61.4 g. di proteine, 39.3 g. di grassi.

Capisco che quando dico “pizza napoletana” metto il piede su una terra santa, ma mi sembra che ne valga la pena provarla prima di giudicare.
Ero anche io scettica riguardo questa ricetta, ma poi ho sentito dai napoletani “sì, molto simile”. E già non è poco!
Non era facile trovare una ricetta della pizza simile a quella di Napoli e ancora di più farla a casa.
Quindi provala, valutala e amala come la amo io!

Facile da fare
Ed insanamente deliziosa!

 

 

 

L’ingredienti:
– 300 gr. di farina 00
– 200 gr. di farina Manitoba (È una farina ricca di glutine e povera di amidi. Si trova facilmente in tutti supermercati)
– 300 ml. di acqua tiepida (non calda o bollente)
– 5 gr. di lievito fresco di birra (si , saranno sufficienti)
– 30 ml. di olio extra-vergine di oliva
Condimento:
– Passata di pomodoro
– Mozzarella per la pizza (o se usi quella fresca falla sgocciolare qualche ore prima al setaccio nel frigo)
– Olio extra-vergine di oliva
– Pizzico di sale
– Una grattata di parmigiano
– Carciofi sott’olio (opzionale)
– Capperi da cocktail (opzionale)
– Olive snocciolati di Gaeta (opzionale)

Procedimento:
1. Setaccia le farine in una ciotola capiente (o nella ciottola della planetaria se la userai)
2. Unisci l’acqua al lievito e fallo sciogliere completamente.
3. Versa l’acqua con il lievito nelle farine setacciate e mettiti ad impastare con le mani per 10 minuti (o aziona la planetaria)
4. Solo alla fine d’impastatura aggiungi il sale e procedi ancora per 1 minuto.
5. Comincia ad aggiungere l’olio poco alla volta. Dividi tutta la quantità di olio in 3 volte. (Se userai la planetaria, questo passaggio è meglio farlo a mano. Purtroppo l’impasto scivola e non si impasta)
6. Una volta che hai finito di impastare, inumidisci la ciottola con l’olio e coprila con un canovaccio umido o la pellicola alimentare e lascialo riposare nel forno spento con la sola lampadina accesa per 2 ore. (In questo modo si creerà la temperatura stabile di 24 gradi che è perfetta per la lievitazione)
7. Una volta raddoppiato l’impasto fallo trasferire sul piano di lavoro leggermente spolverato di farina.
8. Dagli una piega veloce e dividi l’impasto con un coltello in quattro parti. Forma quattro bocconi e posizionali sul piano di lavoro leggermente spolverato di farina e copri con un canovaccio.
9. Intanto accendi il forno (non ventilato!) e fallo riscaldare al massimo che riesce. Il mio forno raggiunge il massimo di 240 gradi. Se tuo riesce riscaldarsi di più diminuisci il tempo di cottura.
10. Taglia la mozzarella e prepara tutto il necessario a portata di mano.
11. Dopo 10 minuti prendi un pezzo di carta da forno (un pezzo adatto alla tua teglia) e mettilo sul piano di lavoro.
12. Mettendo qualche goccia di olio sulle mani stendi una di quattro pizze senza appoggiarla sul piano di lavoro, senza schiacciarla con il mattarello. È importante! Tira l’impasto appeso fra le mani iniziando dal centro e dopo appoggia la pizza appena formata sulla carta da forno, magari aggiustando la sua forma da sdraiata ma senza schiacciarla.
13. Metti al centro della pizza tre cucchiai abbondanti di passata di pomodoro e stendila su tutta la superficie lasciando 1-2 centimetri di bordo. Aggiungi sale, olio e un po’ di parmigiano grattugiato. (a questo punto spetta a te scegliere cosa mettere sopra. Io adoro i carciofi, i capperi e le olive)
14. Trasferisci la pizza con la carta sulla teglia facendola semplicemente scivolare con una manovra sola e rapida. Al momento del trasferimento la teglia deve essere calda. Fa parte della “magia”.
15. Falla cuocere per 5 minuti e solo a questo punto aggiungi la mozzarella.
16. Cuocila con la mozzarella altri 5 minuti.
17. Servila calda e goditela con i tuoi cari!

E fammi sapere qui sotto nei commenti!
Buon appetito!

Seguimi su Instagram e metti l’ hashtag #irigriblog se ti e piaciuta la ricetta.
Sarò felicissima!

Leave a comment

WhatsApp chat