Dolci regali.

Credo che … Anzi , sono sicura che fare dei regali sia una cosa unicamente umana . Come ad esempio sorridere o credere nei miracoli …

Non è che non creda che gatti, cani e giraffe si scambino dei regali, ma penso che per farlo non aspettino un giorno particolare  o un evento.

Credo che i regali più piacevoli siano quelli che non ti aspetti, le sorprese!

Penso che non bisogna aspettare un giorno speciale per strappare i fiori dall’aiuola e regalarli a tua moglie o lasciare una ciambella con la crema sul tavolo del tuo collega con il biglietto “Tutto andrà alla grande!”

Un regalo dovrebbe essere un regalo e non uno scambio pianificato  dei beni.

Devo confessare. Per molti anni io non provavo niente per le feste di Natale. Mi sforzavo di sentire la gioia , guardavo tutte le puntate di “Mamma, ho perso aereo”, ascoltavo Louis Armstrong e Dinah Washington  … e molto altro per convincermi a divertirmi. Ma niente. Non provavo niente. ..

Ma capisci cosa intendo? Non aveva niente a che fare con la sensazione di affondamento del cuore che era nell’infanzia.

Ho creduto in Babbo Natale. Sapevo che questo è il suo lavoro – venire da me solo alla fine di dicembre. Ma sarei stata ugualmente felice se lui fosse venuto anche alla fine di luglio, per esempio. O alla fine di ogni mese … Quale bambino sarebbe contro? Ha una fabbrica di regali, migliaia di cervi a sua disposizione … Desideravo un giorno di entrare nella sua squadra.

Pero non mi sono mai offesa con Babbo Natale. Sapevo che lui fa del suo meglio e deve andare da ogni bambino almeno una volta all’anno. Non volevo che saltasse per sbaglio me e per questo motivo non auguravo a nessun bambino di restare senza regalo per causa mia.

L’unica cosa che non ho mai capito:  perché Babbo Natale  chiedeva al mio vicino di fare le sue veci? Ma ancora di più non capivo come mai i bambini del mio vicino non abbiano mai scoperto che questa specie di Babbo Natale non fosse il loro stesso padre!

Comunque Babbo Natale, regolarmente di anno in anno, mi portava dei regali e io cercavo di non fare domande inutili.

La mia infanzia è caduta negli anni novanta ed è meglio per te non sapere cosa significassero per l’Ucraina gli anni novanta . Non c’era niente – niente lavoro, niente stipendi, niente prospettive. Tutte le fabbriche furono chiuse praticamente in un paio di anni e tutti i genitori di tutti i bambini hanno imparato molto in fretta a vivere in un mondo in cui non c’era nulla. Chi in fretta e chi non tanto.

Questo mi ha portato al fatto che nuovi jeans, nuove scarpe da ginnastica, i soprammobili cinesi, i mandarini ed il cioccolato mi venissero portati sempre ed esclusivamente da questo vecchio del nord. Come potevo lamentarmi o chiedere di più?

Eravamo felici che fosse Natale, che nevicava, che si rideva , c’erano le vacanze scolastiche. Partivamo dopo la colazione con le slitte e tornavamo solo quando diventava buio, felici con i piedi bagnati e congelati.

Ero solita tornare a casa con qualche amica. Mia madre ci toglieva  i calzini, i pantaloni, i guanti bagnati e ci metteva subito tutte e due sotto le coperte, insieme al gatto caldo.  Accendeva il fuoco sotto l’acqua per il tè e andava a chiamare la mamma dell’ amica. Si poteva sentire nell’ altra stanza “Si, sono tutte e due qui da me, bagnate come delle lepri della foresta, può rimanere qui per la cena?”. E se dopo la pausa si sentiva “Ok, te la porto più tardi” si saltava di gioia !

E quanto eravamo felici per l’albero di Natale! La casa si riempiva con un profumo dolciastro e lui brillava con le carte delle caramelle , era maestoso ed affascinante. Invece nella piazza centrale della citta l’albero faceva davvero impazzire ! Gigante, abbagliante ed incredibile. C’erano molte persone, c’erano danze, canzoni, frittelle calde con burro e molti molti  Babbi Natale finti. Mi chiedevo come mai questo Vecchio del nord riuscisse a convincere tanti adulti a lavorare per lui ?

In ogni caso … tornando all’argomento dei regali.

Sono sicura che il regalo è qualcosa di molto intimo. Farlo si può solo dal cuore.

Se il desiderio di donare non deriva dal bisogno di condividere il meglio con il vicino, l’amico , l’amato – allora questo non è un regalo.

Questo pensiero mi ha colpito alcune settimane fa e ho deciso di condividere questa scoperta con te.

Penso che tutti riusciranno a trovare ciò che vogliono  esattamente i loro cari, ma vi lascio qui anche la mia idea.

Ognuno di noi ha una ricetta preferita per la torta o per i biscotti, la ricetta segreta di famiglia. Una torta mangiata in quella primissima cena insieme o un pudding cinese che portò per sbaglio il corriere del fast-food a Shangai e voi non riuscivate a spiegargli  che avevate prenotato tutt’altra cosa, ma non era per niente male ? Quante risate! Il cibo può portare un sacco dei ricordi !

E come sempre tutti gli ingredienti si dividono in due parti :  asciutti (farina, zucchero, lievito, noci, gocce di cioccolato ecc…) + liquidi (latte, burro, uova, forse un po’ ‘di liquore).

Ho pensato che se pesassi tutti gli ingredienti secchi e li chiudessi in un barattolo, magari con un po’ ‘di abbellimento, sarebbe un regalo eccellente!

Dopo resta solo da versare il composto del vasetto in una ciottola, aggiungere degli ingredienti liquidi (che si trovano sempre in ogni frigorifero) darci una mischiata e voilà! La tua ricetta preferita è già sul tavolo del tuo amico! E quando fare i dolci, se non durante le vacanze di Natale?

Mi sento molto entusiasta per questa idea e lo spirito del Natale mi è tornato in cuore !

Fare il regalo è sempre più piacevole che riceverlo!

(quanti segni esclamativi, scusate, è colpa dell’ adrenalina)

 

Per mettere in vita la mia idea hai bisogno di pochissimi cose:

  • – una vasetto capiente (che può contenere tutti gli ingredienti secchi)
  • – nastro biadesivo
  • – un foglio di carta bianca

Ho scelto le ricette che ho già sul mio sito, ma le ripeterò tutte e tre in questo articolo, in modo che i tuoi amici possano trovarle facilmente.

Tutto ciò di cui hai bisogno è:

  • – scegli un barattolo (ho scelto dei vasetti con il manico per il tè freddo. Credo che in questo modo il regalo resti utile anche dopo il Natale e porterà il ricordo di esso anche alla fine di luglio sotto il sole . Ma tu puoi scegliere qualsiasi recipiente.  )
  • – Pesi e versi tutti  gli ingredienti secchi.
  • – Ritaglia un pezzo di carta bianca e scrivici sopra
    “Pane di banane e noci” www.irigri.it/dolci-regali

    , attaccalo al vaso con lo scotch biadesivo.

  • – Decori il barattolo se lo si desideri.

Decorandolo darai sfogo alla tua immaginazione! Allega un giocattolo natalizio, qualche ramoscello profumato di abete, il sacchettino con le noci o gocce di cioccolato, …. una lettera con una confessione d’amore?

Il Natale è un tempo per i miracoli, per la gioia e anche per le piccole sciocchezze!

 


Torta allo yogurt con pistacchi

 ⇑ segui link per la ricetta passo a passo 

 

   

 

Ingredienti secchi :

  • 185 g di farina 00
  • 185 g di zucchero integrale di canna
  • 1/2 cucchiaino di lievito in polvere (o bicarbonato di sodio alimentare)
  • 150 g di pistacchio (divisi per 50 e 100 grammi)
  • 1/2 cucchiaino di Cardamomo macinato

Ingredienti liquidi :

  • 150 g di olio di girasole (o un’altro olio con il sapore neutro)
  • 3 grandi uova
  • 125 g di yogurt

 

Procedimento :

  1. Iniziate a scaldare il forno a 170 gradi.
  2. Setacciate tutti gli ingredienti secchi dal vasetto in una ciotola capiente .
  3. Sopra versate lo yogurt, l’ olio e rompete le uova. Mischiate tutto per bene. (1 minuto)
  4. Versate il composto nella teglia scelta (oliata e infarinata) o nelle forme per i muffin.
  5. Cuocete per 1 ora (più o  meno 40 minuti per i muffin) + prova stuzzicadenti.
  6. Una volta che la torta sarà cotta fattela raffreddare per 10-15 minuti.

Buon Appetito !

 


 

Pane di banane e noci

 ⇑ segui link per la ricetta passo a passo 

 

   

Ingredienti secchi :

  • 140 gr di farina
  • 4 gr di sale (1/2 di cucchiaino)
  • 4 gr di bicarbonato di sodio (1 cucchiaino)
  • 170 gr di zucchero
  • 120 gr di noci

Ingredienti liquidi :

  • 80 gr di olio di oliva (o a vostra scelta)
  • 2 uova (125 gr)
  • 300 gr di banane mature (2-3 pezzi)

Procedimento :

  1. Accendete il forno ed indicate modalità statica a 180 gradi.
  2. Tutto è super semplice. Per prima cosa spelate le banane e schiacciatele con una forchetta , aggiungete l’olio e le uova, e mischiate tutto insieme.
  3. In un’altra ciotola capiente setacciate composto degli ingredienti secchi dal vasetto.
  4. Versate gli ingredienti liquidi in quelli secchi e miscelate tutto per bene. Grazie al “potere” delle noci i grumi NON si formeranno.
  5. Oliate ed infarinate la teglia .
  6. Versate il composto e fatelo cuocere per 60-70 minuti (prova stuzzicadenti !)
  7. Fatelo raffreddare un po prima di servirlo.

Buon Appetito !

 


 

Muffin al rosmarino 

 ⇑ segui link per la ricetta passo a passo 

 

   

Ingredienti secchi :

  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • 310g farina di farina 00
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 285g di zucchero di canna
  • Grande rametto di rosmarino, finemente tritato
  • pizzico di noce moscata fresco
  • pizzico di sale

Ingredienti liquidi :

  • 160 ml  di Olio di oliva
  • 365g di yogurt semplice
  • 3 uova grandi

Procedimento :

  1. Scaldate il forno fino a 170 gradi in modalità statica.
  2. Setacciate tutti gli ingredienti secchi in una ciottola capiente e fate due giri con la frusta, giusto per unire il tutto.
  3. Sopra versate lo yogurt, l’ olio e rompete le uova. Mischiate tutto per bene. (1 minuto)
  4. Versate il composto nella teglia scelta (oliata e infarinata) o nelle forme per i muffin come me.
  5. Cuocete per 45 minuti + prova stuzzicadenti.
  6. Decorate con i rametti di rosmarino se preferite.
  7. Per dargli un aspetto ancora più appetitoso potete mischiare 50 ml di yogurt con un cucchiaio di miele e versare la salsa sopra i vostri dolcetti prima di decorarli con il rosmarino (Però in questo modo le calorie salgono fino alle stelle)

Buon Appetito !

 

Seguitemi in Instagram e mettete il hashtag #irigriblog se vi e piaciuta la ricetta. Sarò felicissima!

 

 

 

Leave a comment